• info@controlcertificazione.it
  • Tel: (+39) 0831-777380

Significati e normative vigenti su marchi e brevetti

significati normative vigenti

Significato e normative vigenti per i marchi e brevetti.

I Marchi

logo_controlUn segno, che possiede carattere distintivo e che può essere rappresentato graficamente, costituisce un Marchio. Il Marchio è un mezzo indispensabile, a livello legale e commerciale, per promuovere i prodotti o i servizi dell'impresa nel mercato. Soprattutto nella società attuale, dove è possibile farsi conoscere in ambito locale, nazionale e internazionale, grazie alle molteplici forme di comunicazione, il marchio rappresenta il Passaporto necessario dell’impresa e dei suoi prodotti nel mercato.

Il Marchio rappresenta il patrimonio dell’azienda, perché è proprio l’oggetto su cui l’impresa crea la sua immagine.
Il Marchio è lo strumento principale di comunicazione verso i consumatori, dovuto al suo VALORE INTRINSECO, infatti

  • Riflette le qualità del prodotto o servizio offerto
  • E li distingue da quello dei concorrenti

Infatti, questo valore rappresenta:

  • La forza contrattuale per il produttore
  • Il vantaggio concorrenziale per il rivenditore
  • Una garanzia per il consumatore

Secondo la Normativa, possono costituire oggetto di registrazione come Marchio d'impresa tutti i segni suscettibili di essere rappresentati graficamente, come: le parole, compresi i nomi di persone, il nome della Ditta, le insegne, i loghi, il nome dei singoli Prodotti o Servizi, i disegni, le lettere, le cifre, i suoni, la forma del prodotto o della confezione di esso, le combinazioni o le tonalità cromatiche.

Con una specifica domanda di registrazione, il marchio può essere tutelato in ciascun paese ove si ritiene di poterlo utilizzare su prodotti o servizi commercializzati direttamente o indirettamente, ceduto a terzi o dato in licenza. Perciò il marchio deve essere registrato, utilizzato, gestito e difeso con modalità che rispondano sempre agli standard professionali precisi dei Consulenti in Marchi e Brevetti.

Una volta registrato, il Marchio d’impresa conferisce al suo Titolare il diritto di utilizzarlo in maniera esclusiva ed impedire che siano utilizzati marchi e segni identici o simili per prodotti o servizi identici o affini.

 

I Brevetti

ce_marchioUna nuova idea, che fornisce la soluzione ad un determinato problema tecnico, costituisce una invenzione.
In relazione al loro ambito territoriale di protezione, le invenzioni sono Proteggibili come Brevetti di Invenzione.
Il Brevetto d’Invenzione si definisce come il Titolo che concede lo Stato al suo titolare, in virtù del quale si riconosce il diritto di utilizzo e di sfruttamento dell’invenzione in via esclusiva, cioè un monopolio durante un periodo di tempo determinato (20 anni).

 

Affinché una Invenzione sia proteggibile come Brevetto, deve riunire i seguenti tre requisiti:

  1. Essere NUOVA, non deve essere mai stata resa accessibile al pubblico prima del suo deposito.
  2. Possedere ATTIVITÀ INVENTIVA, cioè originalità o novità intrinseca. Oltre che nuova estrinsecamente deve essere il risultato di un momento creativo, che si distingue dalla normale applicazione di conoscenze tecniche.
  3. Deve essere suscettibile di APPLICAZIONE INDUSTRIALE, inteso nel suo senso più lato.
    Perché ciò significa che non sono brevettabili quelle idee che sono prive di supporto materiale, come teorie scientifiche o metodi di calcolo.

L’idea che risponde a questi tre principi è Proteggibile come Brevetto d’Invenzione in relazione al suo ambito territoriale di protezione, cioè in ciascun paese dove si ritiene di poterlo sfruttare commercialmente.
Infatti il frutto dell’Ingegno che viene protetto si valorizza, potendo trarre profitto da vendite dirette, indirette o cedendo a terzi il diritto di licenze di sfruttamento.

Secondo la normativa possono essere tutelate:

  1. Le macchine, i dispositivi, gli strumenti, le topografie dei prodotti a semi conduttori, le sostanze chimiche e le varietà vegetali, etc., cioè tutte le entità materiali;
  2. Ed i procedimenti tecnico-industriali per ottenere ed usare prodotti o altri risultati industriali.

Anche le creazioni di natura estetica e funzionale possono essere tutelate per fronteggiare dannose imitazioni.
Le creazioni di natura estetica, cioè tutti gli elementi di design (come abiti, accessori, complementi d’arredo, etc.), vengono registrate come DISEGNI o MODELLI.
Le creazioni di natura funzionale, invece, vengono registrate come MODELLI di UTILITÀ come macchine e strumenti cui venga attribuito una particolare comodità d’impiego, miglioria o efficacia, su oggetti di uso comune (come complementi d’arredo, strumenti tecnici o elettrodomestici).

Registrando o Brevettando tali invenzioni o innovazioni si crea uno dei principali mezzi per valorizzare il patrimonio dell’impresa: il diritto esclusivo su di essi, che risulta essere l’indispensabile strumento di affermazione rispetto la concorrenza scorretta e le contraffazioni. Il deposito e l’ottenimento del Titolo rappresenta il passo fondamentale per assicurare sul titolare la facoltà di vietare a terzi lo sfruttamento o la riproduzione non autorizzata dell’invenzione. Per questo motivo occorre Registrare questi Titoli secondo quello che dettano le Norme vigenti e nei Tempi predefiniti dai rispettivi professionisti.

info@controlcertificazione.it

Tel: (+39) 0831-777380

Contatti

Via A. Montagna Z.I.
72023 Mesagne (BR)

Tel: 0831-777380

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Siamo a disposizione per informazioni o chiarimenti:

Control Srl è leader in Puglia per le provincie di Brindisi, Lecce, Taranto e Bari e specialmente nei paesi di: Ostuni, Francavilla Fontana, San Vito dei Normanni, Carovigno, Fasano, Oria, Ceglie Messapica, Latiano, Cisternino, San Pietro Vernotico, Torre Santa Susanna, San Michele Salentino, San Pancrazio Salentino, San Donaci, Cellino San Marco e Villa Castelli.

LINK UTILI: UNCSAAL - INAIL - ARPA PUGLIA - N.A.N.D.O. - VIGILI DEL FUOCO - VISITA IL SITO WEB DELL'ASSOCIAZIONE LA LUCE